Il formaggio svizzero è sinonimo di natura. In tutto e per tutto: dal pregiato latte svizzero al caglio e alle colture batteriche, da ogni fase del processo di produzione all’attenta e paziente stagionatura. Il consumatore non ha bisogno di andare a cercare numeri di classificazione preceduti dalla lettera E per capire con quali additivi, conservanti o esaltatori della sapidità avrà a che fare, per la semplice ragione che il formaggio svizzero non ne contiene. Il formaggio svizzero è assolutamente genuino: pura natura svizzera al 100%.

Il latte svizzero è il migliore

Le ragioni per dire sì al latte svizzero sono molte, e sono tutte ec­cel­lenti: la Svizzera è un paese di prati e di pa­sco­li, il fo­rag­gio è ottimo, la le­gi­sla­zio­ne sulla pro­te­zione degli ani­mali è molto severa, le ispe­zio­ni sono regolari e ef­fet­tua­te da ser­vi­zi in­di­pen­den­ti. Non per niente il latte svizzero è con­si­de­rato un vero e pro­prio «oro bianco».

Pura materia prima

Il menù delle muc­che svizzere varia se­con­do la sta­gione e il tipo di pro­du­zione. Di so­li­to bru­ca­no l’erba fre­sca di­ret­ta­men­te al pas­colo. Il con­ta­di­no può com­ple­ta­re questa ali­men­tazione con fo­raggi con­ser­vati (ad es. fieno, in­si­lati o cibo con­cen­tra­to). Tuttavia, se il latte è uti­liz­zato crudo per pro­du­rre, ad esem­pio, Emmentaler DOP, gli insilati sono vietati.

Niente additivi

Il formaggio svizzero è un piacere ge­nui­no – senza l’om­bra di un ad­diti­vo. I pro­dut­tori di formaggio svizzero ri­nun­cia­no vo­lon­ta­ria­men­te all’impie­go di co­lo­ran­ti o con­ser­van­ti anche se, in pratica, queste so­stan­ze non sono vietate.

Questo sito utilizza cookies per permetterci, e permette ai nostri partner, di riconoscere i nostri utenti e offrire loro servizi adatti. Chi naviga sul nostro sito ci autorizza a utilizzare cookies. clicca qui. Proseguendo nella navigazione o chiudendo questo messaggio l'utente acconsente all’uso dei cookies.